BTG24

tutte le novità sul web
Prelievi ematici

Prelievi ematici: paura e ago fobia

Molto spesso capita, e non solo ai bambini, di essere presi dal panico nel momento in cui ci si trova ad affrontare un prelievo di sangue. Seppur non intenso e di breve durata, per gli ago fobici, il dolore provocato dall’ago nella pelle o semplicemente dalla sua sola vista, è davvero insopportabile.

La risposta: Hemolink

L’ azienda americana di Madison nel Winsconsin, Tasso Inc., ha messo a punto un nuovo dispositivo capace di eliminare totalmente la paura dei prelievi: il suo nome è Hemolink. Si tratta di un piccolo dispositivo, della grandezza di una pallina da ping-pong, monouso e senza ago in grado di prelevare il sangue dal braccio o dall’addome per poi essere esaminato in laboratorio.

Hemolink può essere utilizzato direttamente dal paziente che premendolo per circa due minuti (prelievo di cita 15 cc) sulla zona di pelle interessata, “aspira” una piccola quantità di sangue sufficiente per l’analisi del colesterolo, della glicemia e delle cellule tumorali (e se ne sta studiando anche un suo utilizzo per poter rilevare il virus dell’HIV).

Questo dispositivo sfrutta il principio della capillarità sottovuoto: all’interno del congegno il sangue viene raccolto e trasportato grazie ai capillari della nostra pelle in un piccolo “centro” di raccolta posto all’interno di Hemolink.

Gli sviluppi di Hemolink

I fondatori della Tasso Inc. sono un gruppo di ricercatori della University of Wisconsin-Madison esperti in materia dei micro fluidi che stanno anche studiando un modo per conservare il sangue una volta prelevato con Hemolink: lo scopo da raggiungere è quello di mantenere il sangue inalterato per un periodo di circa una settimana ad una temperatura non superiore ai 60 gradi.

Quindi potendo rimanere il sangue a temperatura ambiente senza che venga deteriorato, verrebbe meno la necessità di trasportarlo in condizioni di freddo o in celle refrigerate fino al primo laboratorio ematico.

Ulteriori vantaggi di Hemolink

Hemolink, oltre al terrore degli aghi, combatte anche il dispendio di tempo e denaro per tutti coloro che devono affrontare periodici controlli e conseguenti prelievi ematici: il paziente potendo utilizzare direttamente il dispositivo senza il bisogno di alcuna consulenza e formazione medica, eviterebbe continui spostamenti al centro prelievi e le lunghe file ai quali si è soliti attendere.

Hemolink, che sta attendendo di ottenere il brevetto, potrebbe presto entrar a far parte del comunque uso medico, grazie alla facilità di utilizzo e anche al suo basso costo (il dispositivo è infatti completamente realizzato in plastica).

Il dispositivo inoltre, è già stato testato con un buon riscontro da parte dei tester: il procedimento è quasi del tutto indolore. Semplice, facile ed economico: Hemolink ha davvero tutte le carte in regola per rappresentare la svolta nel campo dei prelievi del sangue. Dite addio ad aghi, siringhe e provette. Mettetevi comodi sul divano e applicate il dispositivo: bastano solo due minuti!