BTG24

tutte le novità sul web

Lampade UV o fornetti per unghie?

Le lampade per unghie, nel linguaggio comune chiamate anche “fornetti”, sono degli apparecchi indispensabili nel campo della manicure con ricostruzione gel e della nail art, sia a livello del fai da te sia a quello professionale. Queste lampade funzionano con la tecnologia dei raggi ultravioletti UVA, che a differenza degli UVB risultano essere meno dannosi per la nostra pelle.

Il gel o smalto semi-permamente usato per la ricostruzione, è formato da particelle fotosensibili che solidificano all’esposizione dei suddetti raggi. Il prodotto quindi si indurisce e, seccandosi, è in grado anche di fissare sull’unghia strass e decorazioni dei tipi più svariati.

La riuscita del processo appena descritto, detto anche polimerizzazione, è indispensabile se si vuole ottenere un buon risultato. Le lampade più diffuse in commercio sono quelle UV e possono anche essere dotate di tecnologia LED.

Caratteristiche delle lampade

Tuttavia i classici fornetti unghie sono composti nella maggior parte dei casi da un vano la cui altezza può essere anche regolabile per consentire non soltanto la polimerizzazione del lavoro su mano, ma anche quella su piedi. All’interno della lampada sono presenti in media tre o quattro bulbi che emanano raggi da 9 W di potenza ciascuno per un totale di 36 W. Da evitare l’acquisto di lampade di potenza inferiore in quanto comprometterebbero il lavoro poiché non sono in grado di asciugare completamente il gel.

Un’altra caratteristica fondamentale è inoltre la disposizione dei bulbi che deve essere uniforme in modo tale da consentire la polimerizzazione anche delle dita laterali quali pollice e mignolo. Solitamente l’autonomia di una lampada per unghie UV è di 1000 ore e i bulbi devono essere sostituiti una volta che esauriscono la loro energia: un trucco è quello di controllare il bulbo periodicamente: se esso inizia ad annerire dalla parte dell’attaccatura, è segnale che deve essere cambiato con uno nuovo.

Il costo per ogni bulbo si aggira tra i tre e i cinque euro. Esistono inoltre in commercio lampade più ampie (e quindi a maggior potenza) al cui interno si possono inserire contemporaneamente entrambe le mani o tutti e due i piedi, con un notevole risparmio di tempo. Si consiglia inoltre di scegliere lampade dotate di timer, in grado di monitorare il preciso tempo richiesto per l’asciugatura del prodotto.

Le lampade possono essere acquistate in negozi specializzati per il beauty o anche online in cui si possono trovare tutti i modelli esistenti in commercio, con una più vasta gamma di scelta rispetto ai singoli rivenditori. Il prezzo parte da 15 euro in su, ma per una buona lampada il prezzo si aggira tra i 40 e gli 80 euro. Si ricorda inoltre di acquistare soltanto prodotti certificati “CE” e approvati dalle leggi europee: evitare prodotti di dubbia provenienza che, seppur allettanti dal punto di vista del prezzo, potrebbero non essere sicuri e controllati.

Gli studi sull’utilizzo delle lampade UV

Non è ancora ben chiaro se l’utilizzo di queste lampade sia dannoso per la salute: sta di fatto che sono stati condotti diversi studi per portare alla luce connessioni tra l’utilizzo delle lampade e l’insorgere di malattie legate alla pelle o melanomi con risultati interessanti che possono essere la premessa di futuri studi riguardanti il fenomeno. Nessun allarmismo dunque, ma più consapevolezza per clienti e professioniste.