BTG24

tutte le novità sul web
macchina fotografica

La macchina fotografica: passione scattante

Le macchine fotografiche in commercio sono ormai adatte a tutte le tasche e a tutte le competenze. Dalle semiprofessionali, reflex e mirrorless, alle fotocamere degli smartphone e dei tablet, oggi fare una foto è un gesto alla portata di tutti. Ma, aldilà delle fotocamere integrate negli smartphone, come ci si orienta quando si decide di acquistare o regalare una macchina fotografica?

Innanzitutto ci sono almeno tre tipi di macchine fotografiche: le compatte, le ultra compatte e le semiprofessionali. La macchine fotografiche compatte sono le più diffuse, con un ottimo rapporto qualità prezzo: perfette sia per chi è alle prima armi, sia per chi ha un minimo di dimestichezza, grazie alla possibilità di intervenire sulle modalità di scatto.

Sono leggere e maneggevoli, intuitive da usare e permettono di condividere immagini e video su altri dispositivi, come smart TV e stampanti, e sui social media, grazie al Wi-Fi integrato. Le ultracompatte sono tra le più innovative sul mercato, perché sono progettate per stare in una tasca: essenziali e sottili, sono l’ideale per chi viaggia. Si tratta di macchine ottime per chi è alle prime armi perché permettono di ottenere delle buone immagini grazie alla modalità automatica.

Le macchine fotografiche semiprofessionali sono in media più costose, più pesanti e un po’ più ingombranti delle altre, ma offrono funzioni e caratteristiche che permettono di dare sfogo alla propria passione: funzioni manuali, obiettivi intercambiabili, zoom e risoluzione più potenti.

La risoluzione: quanto incide sulla qualità della foto?

La risoluzione, cioè la larghezza e l’altezza di una foto, si esprime in pixel. Grazie alla costante innovazione tecnologica, la risoluzione offerta dalle macchine fotografiche è in costante aumento, fino ad arrivare a 20 megapixel, cioè 20 milioni di pixel, per una singola foto.

In generale una maggiore risoluzione corrisponde a una maggiore definizione dell’immagine, ma la qualità di una fotografia dipende da molti altri fattori, tra cui i sensori, il tipo di lente, l’obiettivo e il formato in cui si salva l’immagine.

Per un ottimo risultato sono sufficienti 10 megapixel: si tratta di una buona risoluzione che non rende le immagini troppo pesanti e permette di condividerle, salvarle e di stamparle senza occupare troppo spazio e ottenendo una buona qualità.

Quante foto si possono fare e quanto dura la batteria?

Tutte le macchine fotografiche digitali in commercio permettono di scegliere il formato in cui salvare l’immagine: più sarà alta la risoluzione, maggiore sarà lo spazio occupato sulla scheda di memoria. Il consiglio è di acquistare una scheda di memoria aggiuntiva a quella interna: una scheda da 4 Gb è un buon compromesso, perché permette di conservare circa mille immagini con una risoluzione di 10 Mp.

Le batterie della macchina fotografica sono spesso un punto debole, anche perché lo zoom, le possibilità di fare video e il fatto che spesso la macchina resta accesa anche quando non si usa ne riducono di molto la durata. Ecco alcuni segreti per aumentare la durata della batteria della vostra macchina fotografica: spegnere il visore a cristalli liquidi e scattare le foto grazie al mirino, usare lo zoom soltanto quando è necessario (anche perché rende l’immagine meno nitida), spegnere la macchina quando non la si usa e scaricare completamente le batterie prima di ricaricarle.