BTG24

tutte le novità sul web

La Maca: dalle Ande la pianta che dà energia e vigore

Lepidium peruvianum, è una pianta che appartiene alla famiglia dei cavoli ed è conosciuta fin dal 1600 a. C.: cresce sui pendii montuosi in Perù e in Bolivia e si concima naturalmente con gli erbivori che popolano questi territori. Si tratta fondamentalmente di una rapa, che cresce in condizioni proibitive su terreni rocciosi a circa 3.000 metri sul livello del mare, in una zona con molta escursione termica: si passa infatti dalle temperature sottozero della notte al sole battente durante il giorno.

La parte utilizzata è la radice: si trova in vari colori, che vanno dal nero al giallo, e tradizionalmente è consumata fresca dalle popolazioni locali o in polvere per insaporire cibi e bevande. La maca, in particolare la sua radice, si può definire una pianta prodigiosa, grazie alla sue proprietà: è energizzante, stimola il metabolismo, calma la fame nervosa, aiuta ad aumentare le difese immunitarie e quindi a combattere malanni di stagione e malattie psico-somatiche, è ricca di elementi preziosi come vitamine A, C e del gruppo B, minerali come fosforo, zinco e manganese, fibre e proteine.

Molto nota e utilizzata da sempre in Bolivia e in Perù come ricostituente naturale, in Italia è diventata rinomata di recente grazie a due funzioni principali: preziosa alleata per sport, diete e integrazione alimentare, e viagra naturale, grazie ai suoi effetti stimolanti sul sistema ormonale sia maschile che femminile.

La maca: come usarla

La radice di Maca si trova in erboristeria, nei negozi specializzati e nei settori dedicati all’alimentazione naturale dei grandi supermercati, in forma liquida, come estratto puro o come compresse e quasi sempre di coltivazione biologica.

Liquida o in polvere è ideale da aggiungere a succhi, tisane, condimenti e anche, miscelata ad altre farine, perfetta per preparare pane e impasti. Le compresse sono già pronte da assumere con acqua: si consiglia sempre di chiedere informazioni a uno specialista, perché, a causa della ricca presenza di iodio, potrebbe incidere sul funzionamento della tiroide.

Si tratta di una pianta alimentare, quindi non ci sono indicazioni mediche sul dosaggio quotidiano: in generale si consiglia l’assunzione di una quantità variabile tra i 5 e i 20 milligrammi al giorno, sempre sotto controllo.

A chi è consigliata la maca?

La principale per funzione e effetti maca è la glicogenesi: questa pianta permette la produzione di una riserva di glucosio nell’organismo. Per questo motivo, è indicata come integratore naturale in tutti i casi di carenze nutritive, stress fisico e mentale, debolezza, ma anche per l ‘attività sportiva e ogni volta che c’è bisogno di una riserva di energia.

È molto utile inoltre se associata alle diete dimagranti, perché stimola il metabolismo, placa la fame e apporta una grande quantità di fibre e proteine. La maca è un ottimo alleato anche contro l‘impotenza, perché agisce da afrodisiaco naturale, e si rivela molto valida per l’apparato riproduttivo femminile: la presenza di steroli e alcaloidi ha un effetto benefico sugli ormoni, donando sollievo ai disturbi femminili tipici come quelli legati a premenopausa e menopausa, sindrome premestruale o dismenorrea.