BTG24

tutte le novità sul web

Funziona un deumidificatore? Il secco è bello

Il deumidificatore è un alleato prezioso in casa per eliminare l’umidità e tutte le relative conseguenze: muffe, batteri, rischi di allergie, ambiente malsano, macchie sui muri, cattivi odori e molto altro. Prima di parlare dei benefici di acquistare un deumidificatore, è utile precisare che esistono due tipi di deumidificatore: quello passivo e quello attivo.

Con il silicio o con la condensazione

Il deumidificatore passivo funziona senza corrente: si tratta di un contenitore, dotato di filtro, che raccoglie l’umidità presente nell’aria tramite dei sassolini igroscopici, come ad esempio silicio. Si tratta in pratica dello stesso materiale che si trova nei sacchettini presenti nelle borse appena comprate.

Il silicio è in grado di trattenere l’umidità. Questo tipo di deumidificatore si chiama passivo. È sufficiente posizionarlo nella camera in cui si desidera raccogliere l’umidità. Le dimensioni sono ridotte, e di conseguenza anche le prestazioni. Quando i sali sono pieni d’acqua vanno sostituiti, e per questo motivo questo tipo di deumidificatore è indicato per zone piccole, come il bagno, il ripostiglio o la cameretta dei bambini.

Il deumidificatore elettrico, invece, funziona tramite la corrente e grazie al meccanismo della condensazione trasforma l’aria che aspira in vapore acqueo, restituendo aria leggermente più calda. Questo tipo di apparecchio è ideale per ambienti medio- grandi, perché aspira quantità maggiori di aria, permettendo una deumidificazione più rapida ed efficace. La scelta di uno o dell’altro tipo dipende da quanto è umido e grande l’ambiente.

Il deumidificatore elettrico presenta un contenitore di raccoglimento dell’acqua, oppure un tubo che riversa l’acqua direttamente in uno scarico domestico: questa soluzione è ideale per chi si trova spesso fuori casa e ha bisogno di lasciare l’apparecchio acceso. Ma la funzione di deumidificazione è presente anche nei condizionatori: se dovete acquistare un condizionatore per regolare la temperatura degli ambienti, quindi, tenetelo presente.

Perché un deumidificatore?

Non è detto che siano necessarie le offerte deumidificatori per comprare: in questa pagina trovate alcuni benefici offerti da questo apparecchio.

  • Un ambiente meno umido evita la formazione e la proliferazione di acari, batteri, muffe, con la riduzione dei rischi legati ad allergie, disturbi respiratori, disturbi della pelle;
  • Grazie a filtri speciali, si può ionizzare e purificare l’aria;
  • L’aria in uscita, leggermente più calda, è ideale per asciugare la biancheria in ambienti chiusi;
  • La deumidificazione in estate permette di non percepire l’afa, mentre in inverno di sentire meno freddo perché rende l’ambiente più secco. Quest’ultima prerogativa è molto importante per soggetti deboli come bambini e anziani.

Deumidificatore elettrico: che cosa valutare

Ci sono vari fattori da considerare: innanzitutto, in base all’uso, si può scegliere tra deumidificatore fisso, solitamente fissato a una parete, o portatile, cioè che umidifica un ambiente alla volta in base alle necessità.

Poi è importante considerare la capacità di raccolta dell’acqua (espresso in litri/ora) e il volume, espresso in mq, delle stanze da deumidificare. Infine, il consumo elettrico: è pur sempre un elettrodomestico, quindi bisogna ricordarsi di non accenderlo insieme ad altri che potrebbero far saltare il contatore, come il forno elettrico e la lavatrice.